Cripto: Binance o Kraken? Le nostre opinioni

Tempo di recensioni per il nostro sito. Oggi vogliamo parlarvi di alcuni broker che a nostro avviso fareste meglio a considerare per la vostra attività di trading. Lo sappiamo, leggere delle recensioni di questo tipo può essere noioso, e spesso la cosa si rivela così. Lo sapete cos’altro è noioso? Ritrovarsi sul mercato per scoprire che il proprio broker non ci da’ la possibilità di ritirare i nostri fondi, o che magari non è stato in grado di riportarci una corretta quotazione del mercato e che, proprio per questo, non abbiamo massimizzato i nostri profitto o abbiamo addirittura perso soldi.

Tutto questo può essere evitato nel momento in cui si spende un minimo di tempo per far sì che si possano distinguere i buoni broker da quelli meno validi. Andiamo adesso a presentarvene alcuni, sperando che possano fare al caso vostro.

Kraken

Quale trader non ha mai sentito parlare di criptovalute? A meno che non abbiate tradato da una caverna per gli scorsi 6 anni, senza nessun contatto col mondo esterno, la cosa è assai improbabile. Le criptovalute hanno riscosso un enorme successo, ed i broker dedicati alla compravendita di questi strumenti sono diventati molto richiesti. Ad oggi, sebbene la scelta sia sempre maggiore, Kraken è uno di quelli spicca sugli altri. Caldeggiamo questa scelta per più fattori. Innanzitutto, le commissioni sono piuttosto contenute, e vanno dallo 0% allo 0,26%, a seconda dello strumento tradato, il tipo di account che avete, il quantitativo smosso negli ultimi 30 giorni, ed il metodo di pagamento. Il secondo fattore, è la sicurezza. Vedete, i cripto-broker non possono offrire le stesse garanzie rispetto a molti broker di CFD.

Non sono certificati da enti di regolamentazione come ad esempio la FCA inglese, la CONSOB italiana o la FCS statunitense, ed hanno base molto spesso in paesi esotici. Ciò nonostante, Kraken ha dimostrato tenere molto alla sua sicurezza. Infatti è uno dei pochissimi broker, fra quelli principali, a non essere mai stato hackerato. Non tutti possono vantare questa caratteristica, come ad esempio….

Binance

Anche Binance è un broker nato con l’intento dichiarato di occuparsi solamente di cripto. E’ uno dei broker più popolari sotto questo punto di vista, ma a nostro parare non è il migliore con cui poter tradare. La prima cosa che ci viene in mente se pensiamo a questo broker, è l’hackeraggio subito nel 2016. Alcuni hacker, che a quanto pare non sono mai stati rintracciati, sono riusciti a fare breccia nei sistemi di sicurezza, ed a sottrarre bitcoin per un totale di circa 40 milioni di dollari. La cosa non ci fa ben pensare di questo broker, ma c’è un lato positivo in tutto questo. Il broker infatti è “spalleggiato” da un fondo di garanzia che vuole offrire una maggiore sicurezza agli utenti. In sostanza, qualora il broker risultasse insolvente, questo fondo si farebbe carico dei suoi insoluti.

Non solo, ma gli accordi prevedevano anche il ripianamento dell’ammanco registrato a seguito dell’hackeraggio. In sostanza, le casse del broker sono state rimpinguate in breve tempo, e nessun cliente ha perso soldi in seguito all’attacco informatico. Se volete tradare con questo broker, è bene che vi presentiate capitalizzati, poiché Binance offre un profilo commissionale che varia a seconda dell’account che scegliete, e per beneficiare delle condizioni migliori che il broker possa offrire, avrete bisogno di un deposito sostanzioso.

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *